fbpx Skip to content

World Press Photo 2021: trionfa Mads Nissen. Ad Antonio Faccilongo il premio per la storia dell’anno

di Alessandro Tarantino

Sono stati annunciati i vincitori della 64ª edizione del World press photo, il più importante premio fotogiornalistico del mondo. Per la prima volta l’annuncio si è svolto in due momenti diversi: i vincitori di otto categorie del premio sono stati pubblicati sui canali social e sul sito del Wpp; mentre i vincitori della foto dell’anno e della storia dell’anno sono stati annunciati durante una cerimonia online

La giuria internazionale aveva esaminato i lavori di 4.135 fotografi provenienti da 130 paesi, per un totale di 74.470 immagini. Erano arrivati in finale 45 fotografi da 28 paesi, tra cui tre italiani

La foto dell’anno è stata scattata da Mads Nissen a São Paulo e ritrae una paziente malata di covid-19 che riceve il suo primo abbraccio dopo cinque mesi. 

Il vincitore della storia dell’anno è l’italiano Antonio Faccilongo con la serie Habibi, in cui ha raccontato la storia dei detenuti palestinesi che devono scontare lunghe pene nelle carceri israeliane e hanno trovato il modo di fare arrivare il proprio sperma alle mogli per cercare di avere dei figli. 

Premiato anche un altro italiano, Lorenzo Tugnoli, con il primo premio nella categoria Spot News per la serie “Port Exlposion in Beirut”. Tugnoli è già stato vincitore del Premio Pulitzer e del World Press Photo, sezione General News nel 2020. Nella serie presentata è inclusa la foto dal titolo ”Injured Man After Port Explosion in Beirut”, pubblicata sul Washington Post. È uno scatto di una potenza visiva incredibile, che rimanda alla memoria di eventi passati come l’esplosione della bomba atomica a Hiroshima e costruisce un ponte tra passato e presente in cui la narrazione dei fatti non si interrompe.

I vincitori:

Categoria contemporary issues, singole
Primo premio: Pablo Tosco
Secondo premio: Jérémy Lempin
Terzo premio: Vaghinak Ghazaryan 

Categoria contemporary issues, storie
Primo premio: Alexey Vasilyev
Secondo premio: Maya Alleruzzo, Associated Press
Terzo premio: Zishaan A Latif 

Categoria ambiente, singole
Primo premio: Ralph Pace
Secondo premio: Hkun Lat
Terzo premio: K M Asad 

Categoria ambiente, storie
Primo premio: Lalo de Almeida, Panos Pictures, Folha de São Paulo
Secondo premio: Ciril Jazbec, National Geographic
Terzo premio: Aitor Garmendia 

Categoria general news, singole
Primo premio: Mads Nissen, Politiken/Panos Pictures
Secondo premio: Joshua Irwandi
Terzo premio: Newsha Tavakolian, Magnum Photos 

Categoria general news, storie
Primo premio: Valery Melnikov, Sputnik
Secondo premio: Roland Schmid
Terzo premio: Laurence Geai 

Categoria progetti a lungo termine
Primo premio: Antonio Faccilongo, Getty Reportage
Secondo premio: Karolina Jonderko
Terzo premio: Angelos Tzortzinis, finanziato in parte da Magnum Foundation 

Categoria natura, singole
Primo premio: Ami Vitale, CNN
Secondo premio: Carlton Ward Jr.
Terzo premio: Jaime Culebras 

Categoria natura, storie
Primo premio: Jasper Doest
Secondo premio: Ezra Acayan, Getty Images
Terzo premio: Luis Tato 

Categoria ritratti, singole
Primo premio: Oleg Ponomarev
Secondo premio: Iván Macías
Terzo premio: Tatiana Nikitina 

Categoria ritratti, storie
Primo premio: Gabriele Galimberti, National Geographic
Secondo premio: Alisa Martynova
Terzo premio: Natalia Kepesz 

 Categoria sport, singole
Primo premio: Adam Pretty, Australia, Getty Images
Secondo premio: Stephen McCarthy, Ireland, Sportsfile
Terzo premio: Tomasz Markowski 

Categoria sport, storie
Primo premio: Chris Donovan
Secondo premio: Henrik Hansson
Terzo premio: Fereshteh Eslahi, Podium Photos 

Categoria spot news, singole
Primo premio: Evelyn Hockstein, The Washington Post
Secondo premio: Nadia Buzhan
Terzo premio: Nuno André Ferreira, Agência Lusa 

Categoria spot news, storie
Primo premio: Lorenzo Tugnoli, Contrasto
Secondo premio: Ernesto Benavides, Agence France-Presse
Terzo premio: John Minchillo, Associated Press

Altri articoli di questo autore

Condividi

Vuoi accedere agli eventi riservati?

Abbonati a soli 15€ per 365 giorni e ottieni più di ciò che immagini!

Se invece sei già iscritto ed hai la password, accedi da qui

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Non è facile trovare un buon educatore!
Appartengo ad una generazione che ha dovuto adattarsi alla scarsa offerta dei tempi. Ho avuto un solo tutor, a cui ancora oggi devo molto. Brevi, fugaci ma intensi incontri in cui il sottoscritto, da solo con lui, cercava di prendere nota anche dei respiri e trarre insegnamento da ogni singola parola.
A causa di questa carenza io e i miei coetanei ci siamo dovuti spesso costruire una visione complementare come autori, designers, critici ed insegnanti e questo ci ha aiutato a costruire qualcosa di fondamentale e duraturo.
Per questo motivo con Cine Sud che vanta un’esperienza di oltre 40 anni nel settore della formazione, abbiamo pensato alla possibilità di offrire dei corsi “one to one”, costruiti sulla base delle esigenze individuali e in campi disparati, che vanno dalla tecnica alla ricerca di nuovi linguaggi in fotografia.
Dei corsi molto vicini a quelli che avremmo voluto avere nel passato, se ce ne fosse stata offerta l’opportunità e la parola opportunità non va sottovalutata, perché ha un peso e una sua valenza e non è spesso scontata.
Ognuno sarà libero di scegliere, sulla base dei nostri consigli, un autore o un tecnico, tra quelli offerti come docenti, e intraprendere un corso che gli offra quello di cui realmente ha bisogno e, eventualmente, ripetere questa esperienza in futuro.
Come quando si va da un eccellente sarto a scegliere con cura un vestito, adattandolo perfettamente al corpo, vogliamo fornirvi il corso che meglio si adatta alle vostre, singole e personali esigenze.
Niente nasce dal caso e per poter essere all’altezza di questo compito e potervi fornire un’offerta diversificata e soddisfacente, abbiamo pensato di sottoporvi un questionario tra il serio e lo scherzoso a cui vi preghiamo di rispondere.
Aiutateci a capire le vostre reali esigenze e chi abbiamo difronte, non ve ne pentirete.
Massimo Mastrorillo

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Approfondiamo ! per i più intrepidi
X