fbpx Skip to content

World Press Photo 2021, annunciati i finalisti: due gli italiani presenti

di Alessandro Tarantino

Sono stati annunciati i finalisti del World Press Photo 2021, il premio di fotogiornalismo più importante al mondo, che quest’anno ha scelto 45 fotografi provenienti da 28 paesi del mondo. La selezione finale è ricaduta, in un anno senza precedenti segnato dalla pandemia COVID-19 e dalle proteste per la giustizia sociale in tutto il mondo, su candidati che condividono una varietà di interpretazioni e prospettive su queste e altre questioni urgenti come la crisi climatica, i diritti delle persone transgender e i conflitti territoriali.

WORLD PRESS PHOTO 2021: I CANDIDATI – TUTTE LE FOTO

Sono sei i candidati al World Press Photo of the YearEvelyn Hockstein (Stati Uniti), con Lincoln Emancipation Memorial DebateValery Melnikov (Russia) con Leaving Home in Nagorno-KarabakhMads Nissen (Danimarca) con The First EmbraceOleg Ponomarev (Russia) con The Transition: IgnatLuis Tato (Spagna) con Fighting Locust Invasion in East Africa; e Lorenzo Tugnoli (Italia, già vincitore del Premio Pulitzer e del World Press Photo, sezione General News nel 2020) con Injured Man After Port Explosion in Beirutpubblicata sul Washington Post. Quest’ultimo è uno scatto di una potenza visiva incredibile, che rimanda alla memoria di eventi passati come l’esplosione della bomba atomica a Hiroshima e costruisce un ponte tra passato e presente in cui la narrazione dei fatti non si interrompe.

WORLD PRESS PHOTO STORY OF THE YEAR: I CANDIDATI

Tre nominati anche per il World Press Photo Story of the Year, destinato al fotografo la cui creatività e abilità visive hanno prodotto una storia con un eccellente editing e sequencing che cattura o rappresenta un evento o un problema di grande importanza giornalistica nell’anno appena trascorso. In lizza per il premio ci sono sono Chris Donovan, Canada, con Those Who Stay Will Be ChampionsAntonio Faccilongo, Italia, con Habibi, scattata per Getty Reportage; e Valery Melnikov, Russia, con Paradise Lost. La giuria ha anche selezionato i candidati di otto categorie, che sono Attualità, General News, Ambiente, Progetti a lungo termine, Natura, Sport e Ritratti.

“Habibi”, di Antonio Faccilongo

“Habibi”, che significa “amore mio” in arabo, racconta storie d’amore ambientate sullo sfondo del conflitto israelo-palestinese, uno dei più lunghi e complicati della storia moderna. Il fotografo mira a mostrare l’impatto del conflitto sulle famiglie palestinesi e le difficoltà che devono affrontare per preservare i loro diritti riproduttivi e la dignità umana.

«Le immagini sono bellissime, ma quando si guarda tutto insieme si tratta di crisi, di diritti umani e di come le persone soffrono perché non possono avere i propri figli. Hanno così tante barriere», ha detto Ahmed Najm, amministratore delegato di Metrography Agency e membro della giuria del concorso fotografico.

WORLD PRESS PHOTO 2021: NUOVE NARRAZIONI VISIVE

Ad essere emersa maggiormente penso che sia stata la varietà di approcci alla narrazione visiva”, ha spiegato Rodrigo Orrantia, curatore e membro della giuria del World Press Photo Contest 2021, commentando le nomine di quest’anno. “I fotografi in generale, ma in particolare i fotogiornalisti e i fotografi della stampa, stanno scoprendo nuovi modi di raccontare visivamente le storie. Inoltre, diversi autori si sono distinti perché il loro linguaggio visivo è molto sofisticato, il che comporta un importante cambiamento rispetto allo stile tradizionale del fotogiornalismo”.

I vincitori del Contest fotografico 2021 e del Digital Storytelling Contest 2021 saranno annunciati il 15 aprile durante una cerimonia di premiazione online, nell’ambito del World Press Photo Festival 2021.

I premi World Press Photo of the Year, World Press Photo Story of the Year, World Press Photo Interactive of the Year e World Press Photo Online Video of the Year prevedono un premio in denaro di 5.000 euro. I candidati di ciascuna categoria vengono pubblicati nella raccolta online di World Press Photo e promossi sulle piattaforme di World Press Photo. Sono anche inclusi nel tour annuale della World Press Photo Exhibition e presenti nell’annuario World Press Photo. Inoltre, i candidati sono invitati al World Press Photo Festival 2021 (che si svolgerà online nell’aprile 2021).

Altri articoli di questo autore

Condividi

Vuoi accedere agli eventi riservati?

Abbonati a soli 15€ per 365 giorni e ottieni più di ciò che immagini!

Se invece sei già iscritto ed hai la password, accedi da qui

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Non è facile trovare un buon educatore!
Appartengo ad una generazione che ha dovuto adattarsi alla scarsa offerta dei tempi. Ho avuto un solo tutor, a cui ancora oggi devo molto. Brevi, fugaci ma intensi incontri in cui il sottoscritto, da solo con lui, cercava di prendere nota anche dei respiri e trarre insegnamento da ogni singola parola.
A causa di questa carenza io e i miei coetanei ci siamo dovuti spesso costruire una visione complementare come autori, designers, critici ed insegnanti e questo ci ha aiutato a costruire qualcosa di fondamentale e duraturo.
Per questo motivo con Cine Sud che vanta un’esperienza di oltre 40 anni nel settore della formazione, abbiamo pensato alla possibilità di offrire dei corsi “one to one”, costruiti sulla base delle esigenze individuali e in campi disparati, che vanno dalla tecnica alla ricerca di nuovi linguaggi in fotografia.
Dei corsi molto vicini a quelli che avremmo voluto avere nel passato, se ce ne fosse stata offerta l’opportunità e la parola opportunità non va sottovalutata, perché ha un peso e una sua valenza e non è spesso scontata.
Ognuno sarà libero di scegliere, sulla base dei nostri consigli, un autore o un tecnico, tra quelli offerti come docenti, e intraprendere un corso che gli offra quello di cui realmente ha bisogno e, eventualmente, ripetere questa esperienza in futuro.
Come quando si va da un eccellente sarto a scegliere con cura un vestito, adattandolo perfettamente al corpo, vogliamo fornirvi il corso che meglio si adatta alle vostre, singole e personali esigenze.
Niente nasce dal caso e per poter essere all’altezza di questo compito e potervi fornire un’offerta diversificata e soddisfacente, abbiamo pensato di sottoporvi un questionario tra il serio e lo scherzoso a cui vi preghiamo di rispondere.
Aiutateci a capire le vostre reali esigenze e chi abbiamo difronte, non ve ne pentirete.
Massimo Mastrorillo

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Approfondiamo ! per i più intrepidi
X