fbpx Skip to content

Wayne Levin, 38 anni di fotografia subacquea

di Alessandro Tarantino

Il fascino del mare, dei suoi giochi di luce ed ombre sotto la superficie, dei suoi abitanti si mescola alla poesia del bianco e nero e crea nuove forme, soggetti e racconti. Se al giorno d’oggi è semplice pensare a come realizzare scatti del genere, grazie alla facilità con cui è possibile reperire strumenti adatti a fotografare sott’acqua, altrettanto non si poteva dire 38 anni fa quando Wayne Levin acquistò la sua prima Nikonos IV, una fotocamera 35mm lanciata dalla Nikon vent’anni prima e progettata appositamente per fare foto sott’acqua. 

La produzione di immagine subacquee da parte di Levin è stata un’evoluzione naturale della sua passione per la fotografia, sbocciata ad appena 12 anni, nel 1957, e per quella grande autostrada blu senza corsie che è l’oceano, che lo portò anche ad arruolarsi nella Marina Militare americana e trascorrere 2 anni sulla USS Hornet.

La combinazione tra il punto di ripresa subacqueo e l’uso della pellicola in bianco e nero ha permesso a Levin di costruire immagini dal grandissimo potere evocativo, ma soprattutto capaci di confondere lo spettatore che a primo acchito si trova spiazzato: «Quelle che vedo sono onde tumultuose o il fumo di un’esplosione?», capita di pensare mentre si guardano le foto dei surfisti scattate da Levin.

C’è però un’implicazione di carattere sociale, nel lavoro di Levin. Anzi è proprio quella che lo ha spinto a fotografare il mare “da dentro”: «Lo scopo di parte del mio lavoro è educare e sensibilizzare l’opinione pubblica sull’oceano, ma parte del mio lavoro è far riflettere le persone, mettere in discussione i loro preconcetti sulla realtà».

Nel corso degli anni, Levin ha usato la sua curiosità per la vita sotto la superficie per documentare l’oceano da ogni angolazione attraverso la fotografia analogica. Dai delfini alle meduse, dagli squali tigre alle megattere e alle tartarughe, i suoi scatti mostrano un’incredibile quantità di creature marine. Come testimone dell’inquinamento degli oceani, dell’impatto della pesca eccessiva, del degrado dell’habitat, della distruzione della barriera corallina, Levin ci ha parlato dello stato attuale dei nostri oceani.

Altri articoli di questo autore

Condividi

Articoli Recenti

Vuoi accedere agli eventi riservati?

Abbonati a soli 15€ per 365 giorni e ottieni più di ciò che immagini!

Se invece sei già iscritto ed hai la password, accedi da qui

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Non è facile trovare un buon educatore!
Appartengo ad una generazione che ha dovuto adattarsi alla scarsa offerta dei tempi. Ho avuto un solo tutor, a cui ancora oggi devo molto. Brevi, fugaci ma intensi incontri in cui il sottoscritto, da solo con lui, cercava di prendere nota anche dei respiri e trarre insegnamento da ogni singola parola.
A causa di questa carenza io e i miei coetanei ci siamo dovuti spesso costruire una visione complementare come autori, designers, critici ed insegnanti e questo ci ha aiutato a costruire qualcosa di fondamentale e duraturo.
Per questo motivo con Cine Sud che vanta un’esperienza di oltre 40 anni nel settore della formazione, abbiamo pensato alla possibilità di offrire dei corsi “one to one”, costruiti sulla base delle esigenze individuali e in campi disparati, che vanno dalla tecnica alla ricerca di nuovi linguaggi in fotografia.
Dei corsi molto vicini a quelli che avremmo voluto avere nel passato, se ce ne fosse stata offerta l’opportunità e la parola opportunità non va sottovalutata, perché ha un peso e una sua valenza e non è spesso scontata.
Ognuno sarà libero di scegliere, sulla base dei nostri consigli, un autore o un tecnico, tra quelli offerti come docenti, e intraprendere un corso che gli offra quello di cui realmente ha bisogno e, eventualmente, ripetere questa esperienza in futuro.
Come quando si va da un eccellente sarto a scegliere con cura un vestito, adattandolo perfettamente al corpo, vogliamo fornirvi il corso che meglio si adatta alle vostre, singole e personali esigenze.
Niente nasce dal caso e per poter essere all’altezza di questo compito e potervi fornire un’offerta diversificata e soddisfacente, abbiamo pensato di sottoporvi un questionario tra il serio e lo scherzoso a cui vi preghiamo di rispondere.
Aiutateci a capire le vostre reali esigenze e chi abbiamo difronte, non ve ne pentirete.
Massimo Mastrorillo

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Approfondiamo ! per i più intrepidi
X