fbpx Skip to content

Ventidue fotografi per ResQ: online l’asta di beneficenza

di Alessandro Tarantino

C’è anche il “nostro” Paolo Ranzani tra i fotografi che hanno deciso di contribuire all’iniziativa “ResQ – People saving people” che ha unito grandi nomi della fotografia, italiani e internazionali, in un’importante causa di solidarietà i quali hanno deciso di mettere all’asta su Charity Stars alcune loro opere per sostenere la nave di soccorso di ResQ.

Guido Harari, Fabio Bucciarelli, Yann Arhtus-Bertand, Valentina Tamborra, Francesco Zizola e tanti altri: fino al 20 giugno, sul sito di Charity Stars, sarà possibile acquistare le loro opere attraverso un’offerta.

 

L’obiettivo di ResQ Onlus è salvare la vita dei naufraghi nel Mediterraneo, spesso uomini, donne e bambini in fuga conflitti o gravi crisi umanitarie, mettendo in mare una nave di soccorso che si aggiunga alla flotta civile già operativa.
L’associazione è nata a fine 2019 su iniziativa di un gruppo di amici ed è cresciuta in un anno e mezzo a quasi 600 soci e migliaia di donatori, uniti dalla volontà di dare una risposta concreta al dramma umanitario che da anni ha per teatro il nostro mare: dal naufragio di Lampedusa dell’ottobre 2013, nel Mediterraneo si sono contati almeno 20mila morti (i numeri sono certamente più alti perché tante vittime non verranno mai ritrovate). Dall’inizio di quest’anno, almeno 500 persone hanno già perso la vita su questa drammatica rotta.

 

L’elenco completo delle opere già presenti sul sito di Charity Stars:

Hibai Agorria, “Kantauri”

Yann Arthus-Bertrand, “Donna che pesca”

Isabella Balena, “Sub comandante Marcos”

Fabio Bucciarelli, “Soldier on a rocket”

Mario Boccia, “Il piano abbandonato” e “La ragazza che corre”

Roberto Carta, “Abbraccio”, “Sguardi” e “Pensieri”

Francesco Cavalli, “Elefante”

Pier Paolo Cito, “Qualcosa di incredibile”

Antonio Faccilongo, “Habibi

Maki Galimberti, experience: un ritratto d’autore della tua famiglia scattato nel suo studio di Milano

Elena Givone, “Kids from Aleppo”

Vittoria Lorenzetti, “I’m with you”

Lorenzo Merlo, “La ragazza di Paghman”

Giulio Piscitelli, “Melilla”

Paolo Ranzani, 2 opere tratte da “La soglia”

Marco Roatta, “Cenerentola scalza”

Alessandro Rocca, “Promised land”

Paolo Siccardi, “Sarajevo 1992”

Mauro Sioli, “Remembering the Twin Towers, with love”

Valentina Tamborra: “Dandora, la bellezza nell’inferno”

Francesco Zizola, “In the Same Boat. The inflatable”.

Altri articoli di questo autore

Condividi

Vuoi accedere agli eventi riservati?

Abbonati a soli 15€ per 365 giorni e ottieni più di ciò che immagini!

Se invece sei già iscritto ed hai la password, accedi da qui

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Non è facile trovare un buon educatore!
Appartengo ad una generazione che ha dovuto adattarsi alla scarsa offerta dei tempi. Ho avuto un solo tutor, a cui ancora oggi devo molto. Brevi, fugaci ma intensi incontri in cui il sottoscritto, da solo con lui, cercava di prendere nota anche dei respiri e trarre insegnamento da ogni singola parola.
A causa di questa carenza io e i miei coetanei ci siamo dovuti spesso costruire una visione complementare come autori, designers, critici ed insegnanti e questo ci ha aiutato a costruire qualcosa di fondamentale e duraturo.
Per questo motivo con Cine Sud che vanta un’esperienza di oltre 40 anni nel settore della formazione, abbiamo pensato alla possibilità di offrire dei corsi “one to one”, costruiti sulla base delle esigenze individuali e in campi disparati, che vanno dalla tecnica alla ricerca di nuovi linguaggi in fotografia.
Dei corsi molto vicini a quelli che avremmo voluto avere nel passato, se ce ne fosse stata offerta l’opportunità e la parola opportunità non va sottovalutata, perché ha un peso e una sua valenza e non è spesso scontata.
Ognuno sarà libero di scegliere, sulla base dei nostri consigli, un autore o un tecnico, tra quelli offerti come docenti, e intraprendere un corso che gli offra quello di cui realmente ha bisogno e, eventualmente, ripetere questa esperienza in futuro.
Come quando si va da un eccellente sarto a scegliere con cura un vestito, adattandolo perfettamente al corpo, vogliamo fornirvi il corso che meglio si adatta alle vostre, singole e personali esigenze.
Niente nasce dal caso e per poter essere all’altezza di questo compito e potervi fornire un’offerta diversificata e soddisfacente, abbiamo pensato di sottoporvi un questionario tra il serio e lo scherzoso a cui vi preghiamo di rispondere.
Aiutateci a capire le vostre reali esigenze e chi abbiamo difronte, non ve ne pentirete.
Massimo Mastrorillo

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Approfondiamo ! per i più intrepidi
X