fbpx Skip to content

Ucciso in Afghanistan il fotoreporter Danish Siddiqui

di Alessandro Tarantino

Il fotoreporter Danish Siddiqui, vincitore del premio Pulitzer, è stato ucciso venerdì mentre seguiva uno scontro tra le forze di sicurezza afghane e i talebani, mentre i combattimenti tra gli insorti e le truppe governative si intensificavano in tutto il Paese. Lascia moglie e due figli.

Siddiqui, cittadino indiano e giornalista dell’agenzia Reuters, era stato integrato con i membri delle forze speciali d’élite dell’Afghanistan nella provincia meridionale di Kandahar, un’ex roccaforte dei talebani. È stato ucciso quando un commando afghano, nel tentativo di riconquistare un distretto che circondava un valico di frontiera con il Pakistan, è finito sotto il fuoco dei talebani, secondo Reuters.

«Danish era un giornalista eccezionale, un marito e padre devoto e un collega molto amato. I nostri pensieri sono con la sua famiglia in questo momento terribile», hanno dichiarato in una dichiarazione congiunta Michael Friedenberg, presidente di Reuters, e Alessandra Galloni, caporedattore dell’agenzia di stampa.

41 anni, membro di Reuters, aveva seguito eventi in Europa, Asia e Medio Oriente, comprese le guerre in Iraq e Afghanistan. Negli ultimi anni, si era guadagnato una reputazione tra i suoi colleghi in India per aver catturato alcune delle immagini più potenti di un periodo turbolento nel paese e nella regione che lo circondava. Nel 2018 aveva fatto parte di un team di Reuters che venne insignito del Premio Pulitzer per la fotografia di lungometraggi per la copertura della crisi dei rifugiati Rohingya. Le sue immagini di famiglie in fuga su barche traballanti verso il Bangladesh dal vicino Myanmar, dove i militari stavano conducendo una campagna di pulizia etnica, sono state stampate sui giornali di tutto il mondo.

Altri articoli di questo autore

Condividi

Articoli Recenti

Vuoi accedere agli eventi riservati?

Abbonati a soli 15€ per 365 giorni e ottieni più di ciò che immagini!

Se invece sei già iscritto ed hai la password, accedi da qui

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Non è facile trovare un buon educatore!
Appartengo ad una generazione che ha dovuto adattarsi alla scarsa offerta dei tempi. Ho avuto un solo tutor, a cui ancora oggi devo molto. Brevi, fugaci ma intensi incontri in cui il sottoscritto, da solo con lui, cercava di prendere nota anche dei respiri e trarre insegnamento da ogni singola parola.
A causa di questa carenza io e i miei coetanei ci siamo dovuti spesso costruire una visione complementare come autori, designers, critici ed insegnanti e questo ci ha aiutato a costruire qualcosa di fondamentale e duraturo.
Per questo motivo con Cine Sud che vanta un’esperienza di oltre 40 anni nel settore della formazione, abbiamo pensato alla possibilità di offrire dei corsi “one to one”, costruiti sulla base delle esigenze individuali e in campi disparati, che vanno dalla tecnica alla ricerca di nuovi linguaggi in fotografia.
Dei corsi molto vicini a quelli che avremmo voluto avere nel passato, se ce ne fosse stata offerta l’opportunità e la parola opportunità non va sottovalutata, perché ha un peso e una sua valenza e non è spesso scontata.
Ognuno sarà libero di scegliere, sulla base dei nostri consigli, un autore o un tecnico, tra quelli offerti come docenti, e intraprendere un corso che gli offra quello di cui realmente ha bisogno e, eventualmente, ripetere questa esperienza in futuro.
Come quando si va da un eccellente sarto a scegliere con cura un vestito, adattandolo perfettamente al corpo, vogliamo fornirvi il corso che meglio si adatta alle vostre, singole e personali esigenze.
Niente nasce dal caso e per poter essere all’altezza di questo compito e potervi fornire un’offerta diversificata e soddisfacente, abbiamo pensato di sottoporvi un questionario tra il serio e lo scherzoso a cui vi preghiamo di rispondere.
Aiutateci a capire le vostre reali esigenze e chi abbiamo difronte, non ve ne pentirete.
Massimo Mastrorillo

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Approfondiamo ! per i più intrepidi
X