fbpx Skip to content

“The L_st Album”, memorie di famiglia a nuova vita

di Alessandro Tarantino

Recuperare la memoria di chi l’ha voluta perdere o è stato costretto a perderla. L’intento di Pariwat Anantachina è ambizioso e al contempo tenero perché si concretizza nel tentativo di salvare e donare nuova vita agli album fotografici privati che, per un motivo o per un altro, finiscono sui tavoli di rigattieri, nei mercatini delle pulci o ai lati di un cassonetto. Nasce così la serie “The L_st Album”.

Alla base dell’idea c’è la forte distonia tra un oggetto così privato, intimo, personale e il fatto che possa essere rinvenuto in un contesto totalmente asettico, impersonale. Ciò ha provocato nell’artista un sentimento di angoscia e quindi il bisogno di recuperare quel materiale privato: «Un giorno ero al mercato a parlare con un mio amico – ricorda Anantachina -. Mi ha mostrato un album di foto che aveva appena comprato, di una famiglia in vacanza al mare. Le immagini mi hanno spinto a riflettere su quanto poco tempo avessi avuto con la mia famiglia. Ho chiesto se potevo acquistare l’album da lui, acquisendo quello che sarebbe stato il primo album della mia collezione personale. Il mistero di non conoscere il soggetto o i luoghi mi ha permesso di creare inconsciamente connessioni con le mie storie».

Ritagliando con cura volti, oggetti e punti di riferimento, inserisce numeri e guide per l’utente dietro le fotografie, le cui informazioni geometriche colorate prendono il posto dell’iper-personale: «Credo che il processo di rimozione dell’identità originale del soggetto sia cruciale, perché dà loro la privacy che meritano», afferma. Dopo aver rimosso queste identità, l’artista conserva i volti, riponendoli in piccoli sacchetti.

A muovere l’interesse di Anantachina una vicenda personale: «Ho iniziato a realizzare questo progetto quando ho scoperto che sarei diventato papà. Lavorare alla serie mi ha permesso di riflettere sulla mia attuale vita familiare, perché ho passato del tempo a lavorarci mentre mia moglie e mio figlio dormivano. Da quando ho iniziato questo progetto, non solo la mia definizione della famiglia, come un’unità che resta unita nella buona e nella cattiva sorte, unita dall’amore in tutte le situazioni, buone e cattive, non è cambiata, si è dimostrata vera».

Altri articoli di questo autore

Condividi

Vuoi accedere agli eventi riservati?

Abbonati a soli 15€ per 365 giorni e ottieni più di ciò che immagini!

Se invece sei già iscritto ed hai la password, accedi da qui

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Non è facile trovare un buon educatore!
Appartengo ad una generazione che ha dovuto adattarsi alla scarsa offerta dei tempi. Ho avuto un solo tutor, a cui ancora oggi devo molto. Brevi, fugaci ma intensi incontri in cui il sottoscritto, da solo con lui, cercava di prendere nota anche dei respiri e trarre insegnamento da ogni singola parola.
A causa di questa carenza io e i miei coetanei ci siamo dovuti spesso costruire una visione complementare come autori, designers, critici ed insegnanti e questo ci ha aiutato a costruire qualcosa di fondamentale e duraturo.
Per questo motivo con Cine Sud che vanta un’esperienza di oltre 40 anni nel settore della formazione, abbiamo pensato alla possibilità di offrire dei corsi “one to one”, costruiti sulla base delle esigenze individuali e in campi disparati, che vanno dalla tecnica alla ricerca di nuovi linguaggi in fotografia.
Dei corsi molto vicini a quelli che avremmo voluto avere nel passato, se ce ne fosse stata offerta l’opportunità e la parola opportunità non va sottovalutata, perché ha un peso e una sua valenza e non è spesso scontata.
Ognuno sarà libero di scegliere, sulla base dei nostri consigli, un autore o un tecnico, tra quelli offerti come docenti, e intraprendere un corso che gli offra quello di cui realmente ha bisogno e, eventualmente, ripetere questa esperienza in futuro.
Come quando si va da un eccellente sarto a scegliere con cura un vestito, adattandolo perfettamente al corpo, vogliamo fornirvi il corso che meglio si adatta alle vostre, singole e personali esigenze.
Niente nasce dal caso e per poter essere all’altezza di questo compito e potervi fornire un’offerta diversificata e soddisfacente, abbiamo pensato di sottoporvi un questionario tra il serio e lo scherzoso a cui vi preghiamo di rispondere.
Aiutateci a capire le vostre reali esigenze e chi abbiamo difronte, non ve ne pentirete.
Massimo Mastrorillo

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Approfondiamo ! per i più intrepidi
X