fbpx Skip to content

Sedimenti tra natura e arte

di Pio Tarantini

© Mario Capriotti, dal lavoro Sedimenti.

È stato presentato martedì 22 giugno con un incontro a cura della sezione di Brindisi della Società di Storia patria per la Puglia il pregiato volume Sedimenti, realizzato da Mario Capriotti. Stampato in sole 25 copie perché destinato ai concorsi europei per dummy ha ottenuto un primo importante risultato essendo stato selezionato nella short list di Arles. 

Seguo ormai da molti anni i lavori di Mario Capriotti che nella sua città, Brindisi, opera da tempo con un ruolo di primo piano nella divulgazione della cultura fotografica, prima come Presidente dell’associazione InPhoto e in anni più recenti come animatore dell’Associazione Polaroads. Autore di alcuni interessanti lavori in cui l’indagine visiva sul territorio non è mai occasionale e istintiva ma sempre meditata e corredata da una preparazione e un apparato di tipo quasi scientifico.

© Mario Capriotti, dal lavoro Sedimenti.

Capriotti studia nei dettagli tutto ciò che è inerente ai territori della sua indagine e costruisce lavori articolati e complessi che poco concedono alla suggestione dell’immagine di grande impatto a favore di una visione più analitica rispondente all’analisi scientifica che ne costituisce il presupposto.

Con il volume Sedimenti l’autore opera un ulteriore salto di qualità perché il consueto approccio analitico è arricchito da una modificazione stilistica che ‒ pur restando sempre nell’alveo di una fotografia asciutta, rigorosa, apparentemente poco spettacolare ‒ non disdegna di inserire immagini suggestive.

Ma vediamo di cosa si tratta: l’oggetto dell’indagine è l’erosione della costa nord di Brindisi e il lavoro di Capriotti si è avvalso della collaborazione di enti scientifici come il LIC (Laboratorio di Ingegneria Costiera) di Valenzano(BA) del Politecnico di Bari DICATECh (facoltà di Ingegneria Costiera) e dell’intervento del Prof. Michele Mossa, esperto della materia.

© Mario Capriotti, dal lavoro Sedimenti.

A questo si aggiunge un altro dato fondamentale per la qualità di un volume: si tratta dell’estrema cura e raffinatezza con cui il volume è stato realizzato dalla neonata casa editrice Phaos Edizioni, guidata da Massimo Siragusa e con la direzione artistica di Giuseppe Rosalia.

Le fotografie di Capriotti scorrono, in questo volume, seguendo un ritmo meditato, secondo una impaginazione che alterna fotografie contenute all’interno della pagina ad altre pubblicate al vivo in doppia pagina ad altre ancora in cui la visione panoramica o sequenziale viene amplificata dalla possibilità di aprire su un lato e su ambo i lati le pagine. 

Un ricco apparato teorico valorizza il taglio scientifico del lavoro e lo colloca in un ambito in cui la fotografia esalta la sua funzione di testimonianza visiva diventando parte integrante di uno studio più complesso e di alto profilo. Questa scelta tuttavia non ha impedito all’autore di realizzare fotografie in cui gli aspetti di erosione della costa diventano occasione per immagini di grande impatto visivo.

Mario Capriotti

Sedimenti

Pagine 134, formato cm 22×28, stampato su carta Favini Siro Alga (carta prodotta da alghe marine), prima edizione limitata di 25 copie numerate; rilegatura artigianale, Edizioni Phaos, 2021.

Testo di Michele Mossa in inglese, testi dell’apparato scientifico in italiano.

Le copie del volume, trattandosi di un prototipo per la partecipazione ai concorsi per i libri inediti, non sono per adesso in distribuzione in attesa della pubblicazione normale.

Altri articoli di questo autore

Condividi

Articoli Recenti

Vuoi accedere agli eventi riservati?

Abbonati a soli 15€ per 365 giorni e ottieni più di ciò che immagini!

Se invece sei già iscritto ed hai la password, accedi da qui

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Non è facile trovare un buon educatore!
Appartengo ad una generazione che ha dovuto adattarsi alla scarsa offerta dei tempi. Ho avuto un solo tutor, a cui ancora oggi devo molto. Brevi, fugaci ma intensi incontri in cui il sottoscritto, da solo con lui, cercava di prendere nota anche dei respiri e trarre insegnamento da ogni singola parola.
A causa di questa carenza io e i miei coetanei ci siamo dovuti spesso costruire una visione complementare come autori, designers, critici ed insegnanti e questo ci ha aiutato a costruire qualcosa di fondamentale e duraturo.
Per questo motivo con Cine Sud che vanta un’esperienza di oltre 40 anni nel settore della formazione, abbiamo pensato alla possibilità di offrire dei corsi “one to one”, costruiti sulla base delle esigenze individuali e in campi disparati, che vanno dalla tecnica alla ricerca di nuovi linguaggi in fotografia.
Dei corsi molto vicini a quelli che avremmo voluto avere nel passato, se ce ne fosse stata offerta l’opportunità e la parola opportunità non va sottovalutata, perché ha un peso e una sua valenza e non è spesso scontata.
Ognuno sarà libero di scegliere, sulla base dei nostri consigli, un autore o un tecnico, tra quelli offerti come docenti, e intraprendere un corso che gli offra quello di cui realmente ha bisogno e, eventualmente, ripetere questa esperienza in futuro.
Come quando si va da un eccellente sarto a scegliere con cura un vestito, adattandolo perfettamente al corpo, vogliamo fornirvi il corso che meglio si adatta alle vostre, singole e personali esigenze.
Niente nasce dal caso e per poter essere all’altezza di questo compito e potervi fornire un’offerta diversificata e soddisfacente, abbiamo pensato di sottoporvi un questionario tra il serio e lo scherzoso a cui vi preghiamo di rispondere.
Aiutateci a capire le vostre reali esigenze e chi abbiamo difronte, non ve ne pentirete.
Massimo Mastrorillo

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Approfondiamo ! per i più intrepidi
X