fbpx Skip to content

Percorsi tra storia e ambiente

di Pio Tarantini

© Giuseppe Lupoli, dal lavoro Percorsi oltre il valico

È in corso a Cisternino, una tra le più suggestive cittadine della Valle d’Itria, in Puglia, la mostra Percorsi oltre il valico di Giuseppe Lupoli, un fotografo e operatore visivo che proprio in questa città è nato nel 1979. La mostra nasce all’interno di un più ampio progetto di ricerca artistica e culturale che si sviluppa durante i mesi estivi in diverse località della Valle d’Itria. Perché proprio questa zona è al centro dell’attenzione dei numerosi operatori culturali che hanno contribuito al progetto, con l’appoggio delle Istituzioni pubbliche, con l’obiettivo di valorizzare il territorio e le sue enormi risorse ambientali e culturali stratificate nei secoli.

© Giuseppe Lupoli, dal lavoro Percorsi oltre il valico

In particolare l’operazione di Lupoli è una ricerca fotografica che cerca di dare una visione nuova, non meramente descrittiva o turistica del territorio, per carpirne alcuni frammenti significativi in cui la storia e il passato vengono rivissuti nell’azione del presente. Le fotografie – realizzate in bianco e nero – risultano caratterizzate da forti contrasti, chiaroscuri, con prevalenza di tonalità scure in cui risaltano alcuni dettagli e in particolare le figure umane riprese con la tecnica del mosso. Figure dunque non ben definite, fantasmatiche, che paiono annullare il concetto di tempo, sospese tra passato e presente in ambienti strani e suggestivi.

© Giuseppe Lupoli, dal lavoro Percorsi oltre il valico

A questo proposito la curatrice del progetto, Viola Moschettini, scrive nel testo di presentazione: «[…] Nei territori attorno alla città, anche dopo migliaia di secoli, l’atmosfera che si respira è la medesima dei tempi antichi. I luoghi hanno conservato il loro misticismo e poesia, custoditi gelosamente dagli abitanti del luogo e la tradizione orale, primo veicolo delle usanze di questa Terra. Di generazione in generazione, di padre in figlio, sono state tramandate le testimonianze di conoscenze e credenza popolare, veicolo di sapienza e custode del mistero dei nostri antenati.»

E Giuseppe Lupoli ha saputo ben interpretare visivamente questa esigenza di indagare sul territorio con spirito quasi filologico e nello stesso tempo immaginifico, aprendo delle finestre dove il paesaggio e gli ambienti non sono più, o soltanto, quelli della suggestione turistica ma risultano carichi di mistero che si innesta nella storia millenaria e diversificata di questi luoghi.

Uno scorcio dell'allestimento della mostra di Giuseppe Lupoli a Palazzo Lagravinese di Cisternino.

Percorsi oltre il valico

Mostra fotografica di Giuseppe Lupoli in collaborazione con Francesco Soleti

a cura di Viola Moschettini, Angela  Milone,  Giuseppe Losavio

Palazzo Lagravinese, Cisternino (Brindisi)

10-19 agosto, orario: 18 – 22, ingresso libero

Altri articoli di questo autore

Condividi

Articoli Recenti

Vuoi accedere agli eventi riservati?

Abbonati a soli 15€ per 365 giorni e ottieni più di ciò che immagini!

Se invece sei già iscritto ed hai la password, accedi da qui

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Non è facile trovare un buon educatore!
Appartengo ad una generazione che ha dovuto adattarsi alla scarsa offerta dei tempi. Ho avuto un solo tutor, a cui ancora oggi devo molto. Brevi, fugaci ma intensi incontri in cui il sottoscritto, da solo con lui, cercava di prendere nota anche dei respiri e trarre insegnamento da ogni singola parola.
A causa di questa carenza io e i miei coetanei ci siamo dovuti spesso costruire una visione complementare come autori, designers, critici ed insegnanti e questo ci ha aiutato a costruire qualcosa di fondamentale e duraturo.
Per questo motivo con Cine Sud che vanta un’esperienza di oltre 40 anni nel settore della formazione, abbiamo pensato alla possibilità di offrire dei corsi “one to one”, costruiti sulla base delle esigenze individuali e in campi disparati, che vanno dalla tecnica alla ricerca di nuovi linguaggi in fotografia.
Dei corsi molto vicini a quelli che avremmo voluto avere nel passato, se ce ne fosse stata offerta l’opportunità e la parola opportunità non va sottovalutata, perché ha un peso e una sua valenza e non è spesso scontata.
Ognuno sarà libero di scegliere, sulla base dei nostri consigli, un autore o un tecnico, tra quelli offerti come docenti, e intraprendere un corso che gli offra quello di cui realmente ha bisogno e, eventualmente, ripetere questa esperienza in futuro.
Come quando si va da un eccellente sarto a scegliere con cura un vestito, adattandolo perfettamente al corpo, vogliamo fornirvi il corso che meglio si adatta alle vostre, singole e personali esigenze.
Niente nasce dal caso e per poter essere all’altezza di questo compito e potervi fornire un’offerta diversificata e soddisfacente, abbiamo pensato di sottoporvi un questionario tra il serio e lo scherzoso a cui vi preghiamo di rispondere.
Aiutateci a capire le vostre reali esigenze e chi abbiamo difronte, non ve ne pentirete.
Massimo Mastrorillo

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Approfondiamo ! per i più intrepidi
X