fbpx Skip to content

“Nude”, la perfezione dei difetti negli scatti di Salvo Giuffrida

di Alessandro Tarantino

Il fotografo siciliano, le cui opere saranno in mostra dal 1° settembre al 30 novembre, interviene sul tema dell’immagine mediata dai social network con un progetto che sottolinea le imperfezioni fisiche delle sue modelle: «Vivere incatenati dal conformismo e l’omologazione non è vivere».

Il tema della “body positivity” è ormai entrato nel lessico di tutti i giorni. Le decine e decine di testimonial, più o meno famosi, che hanno deciso di abbandonare ogni orpello e trucco estetico per apparire al mondo per come sono realmente, hanno permesso infatti almeno di scalfire il concetto di bellezza che negli ultimi 30 anni aveva dilagato sulle pagine dei rotocalchi patinati, dei film, della tv, del web, della pubblicità.

In questo solco s’inserisce il progetto di Salvo Giuffrida, fotografo siciliano che ha scelto di raccontare senza filtri la figura femminile e i suoi difetti, nella consapevolezza che la perfezione oggettiva non esiste, ma esiste solo la perfezione soggettiva data dalla somma di ciò che ognuno è.

“Nude” è il titolo della serie di scatti in cui Giuffrida toglie tutto lasciando che i volti e i corpi parlino da soli: nessun contesto, nessuno sfondo, nessuna posa costruita o pensata, nessun colore.

Astrazione dal contesto ma allo stesso tempo diretto realismo: nelle fotografie di Giuffrida convivono sentimenti antitetici capaci di costruire un messaggio chiaro e netto che si sostanzia nei suoi soggetti. Davanti all’obiettivo compaiono donne che sono state capaci di abbandonare ogni pregiudizio sul proprio corpo e quasi con sfrontatezza hanno deciso di affrontare lo scatto del fotografo. Il risultato è tanto naturale quanto dirompente: «Nel mondo social e non solo la nostra immagine è costantemente filtrata per essere adeguata a canoni estetici preconfezionati – spiega Giuffrida nelle didascalie alle sue fotografie -. Vivere incatenati dal conformismo e l’omologazione non è vivere».

Il lavoro sarà in mostra dal 1 settembre fino al 30 novembre all’interno di “PAssaggi” una rassegna d’Arte Organizzata a Mascalucia (CT) da Bar Ottagono.

Altri articoli di questo autore

Condividi

Vuoi accedere agli eventi riservati?

Abbonati a soli 15€ per 365 giorni e ottieni più di ciò che immagini!

Se invece sei già iscritto ed hai la password, accedi da qui

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Non è facile trovare un buon educatore!
Appartengo ad una generazione che ha dovuto adattarsi alla scarsa offerta dei tempi. Ho avuto un solo tutor, a cui ancora oggi devo molto. Brevi, fugaci ma intensi incontri in cui il sottoscritto, da solo con lui, cercava di prendere nota anche dei respiri e trarre insegnamento da ogni singola parola.
A causa di questa carenza io e i miei coetanei ci siamo dovuti spesso costruire una visione complementare come autori, designers, critici ed insegnanti e questo ci ha aiutato a costruire qualcosa di fondamentale e duraturo.
Per questo motivo con Cine Sud che vanta un’esperienza di oltre 40 anni nel settore della formazione, abbiamo pensato alla possibilità di offrire dei corsi “one to one”, costruiti sulla base delle esigenze individuali e in campi disparati, che vanno dalla tecnica alla ricerca di nuovi linguaggi in fotografia.
Dei corsi molto vicini a quelli che avremmo voluto avere nel passato, se ce ne fosse stata offerta l’opportunità e la parola opportunità non va sottovalutata, perché ha un peso e una sua valenza e non è spesso scontata.
Ognuno sarà libero di scegliere, sulla base dei nostri consigli, un autore o un tecnico, tra quelli offerti come docenti, e intraprendere un corso che gli offra quello di cui realmente ha bisogno e, eventualmente, ripetere questa esperienza in futuro.
Come quando si va da un eccellente sarto a scegliere con cura un vestito, adattandolo perfettamente al corpo, vogliamo fornirvi il corso che meglio si adatta alle vostre, singole e personali esigenze.
Niente nasce dal caso e per poter essere all’altezza di questo compito e potervi fornire un’offerta diversificata e soddisfacente, abbiamo pensato di sottoporvi un questionario tra il serio e lo scherzoso a cui vi preghiamo di rispondere.
Aiutateci a capire le vostre reali esigenze e chi abbiamo difronte, non ve ne pentirete.
Massimo Mastrorillo

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Approfondiamo ! per i più intrepidi
X