fbpx Skip to content

Le meraviglie di Hegra si aprono al mondo grazie a Robert Polidori

di Alessandro Tarantino

Hegra è la principale città della parte meridionale del Regno dei Nabatei, in Arabia Saudita. Ed è anche la sede del primo sito dichiarato Patrimonio UNESCO nel Paese mediorientale. Il sito contiene un centinaio di monumenti funerari conservati in ottimo stato.

Si trova nella regione dell’AlUla, a 1.100 chilometri da Riyadh, nel nord-ovest del Paese, ed è stata al centro di una campagna fotografica condotta da Robert Polidori dal titolo “AlUla Journey Through Time”.

Il progetto è diventato una mostra fotografica che fino al prossimo 28 marzo è ospitato a Milano ed è fruibile gratuitamente. Gli scatti sono molteplici e distribuiti nel lungo Corso Vittorio Emanuele su una lunghezza di circa 270 metri.

I testi sono italiano e in inglese affinché anche la grande comunità di residenti stranieri in Italia o semplicemente chiunque di passaggio, ne possa beneficiare.  Attraverso il QR code posizionato a fianco della cartina, sono fruibili video che danno l’idea a volo d’uccello della destinazione, mentre tramite i QR code posizionati in basso, sono disponibili contribuiti video e audio dell’archeologo Romolo Loreto, che guidano il visitatore nella visita, da prima con una introduzione generale, per entrare poi nel dettaglio di ogni scatto di cui vengono fornite connotazioni storiche e dettagli archeologici.

Il progetto è sostenuto anche dall’Ambasciata dell’Arabia Saudita che ha realizzato un catalogo in pdf (disponibile qui).

Il valore divulgativo della mostra è significativo: solo di recente, infatti, l’Arabia Saudita ha deciso di rendere disponibili ai visitatori occidentali le sue ricchezze artistiche e i suoi beni naturalistici. Questa mostra, perciò, segna un primo passo verso l’apertura al resto del mondo da parte del Paese arabo in cui sono ospitate testimonianze storiche risalenti anche a duecentomila anni fa. La regione di AlUla fu Crocevia di numerose civiltà ed oggi è ancora ricca delle tracce del loro passaggio: dipinti rupestri, imponenti tombe scavate nella roccia, antiche città. I Regni di Dadan, dei Lihyaniti, dei Nabatei, l’Impero Romano, la civiltà islamica: tutti hanno contribuito alla magnificenza di AlUla.

Altri articoli di questo autore

Condividi

GIOVEDì 15 APRILE ALLE 18:30!
CLICCA SULL'IMMAGINE
PER ISCRIVERTI ALL'EVENTO

X