fbpx Skip to content

…la fotografia.

di Tiziano Grillo

Il mio rapporto con la fotografia non è semplice per me da spiegare. E’ un rapporto amoroso, e come tale ha avuto alti e bassi durante gli oramai quarant’anni di convivenza.

Da quando avevo 6/8 anni, ricordo che in casa ci fossero sempre uno o più apparecchi fotografici, niente di speciale intendiamoci, nessuna Leica o Canon o Nikon, nessuna reflex per intenderci, solo qualche macchinetta con pellicola 110 o 126, ed è con quelle macchinette che ho iniziato a fare qualche scatto con grande interesse.

Poi per un pò quell’interesse si è affievolito per ripresentarsi intorno ai 16 anni e da quel momento in poi io e la fotogtrafia non ci siamo più lasciati.

Come dicevo il mio rapporto con la fotografia è stato un alternasi di fasi.

C’è stata la fase in cui vedevo la fotografia come un mezzo di fuga dalla mia realtà, un modo per sganciarmi dal mio paese e per cercare altrove la mia strada.

E così nel 1989 decido di partire per Firenze per frequentare alcuni corsi di fotografia, inizio con la fotografia di moda, con il maestro Leonardo Maniscalchi, poi dopo il primo corso mi rendo conto che quello che cercavo era un qualcosa di diverso, la moda è un mondo bellissimo fatto di paillettes e lustrini, ma io cercavo qualcos’altro e per questo inizio a frequentare, sempre a Firenze, un corso in fotografia di reportage.

C’è stata poi la fase in cui la fotografia la vedevo come un lavoro, un modo per guadagnare denaro, e quindi, mi sono concentrato sull’apertura di un negozio di fotografia e ho iniziato a dedicarmi a servizi fotografici per cerimonie ed eventi in genere.

Ed arriviamo ad oggi, l’ultima fase, quella che vivo ora, quella in cui vedo la fotografia solamente come un mezzo per comunicare, un mezzo per condividere con il mondo le mie emozioni, le mie delusioni, le mie paure e le mie gioie, un mezzo per parlare al mondo, per confrontarmi con esso, per denunciare le cose che non vanno o per esaltare la bellezza delle cose che mi circondano.

Per me la fotografia oggi è incontro… con tutte le varianti implicite del termine, a volte è incontro a volte scontro, come è giusto che sia, non importa cosa incontro o con cosa mi scontro, a volte sono persone, a volte luoghi, a volte sono storie, ma in tutti i casi c’è la fotografia che mi permette di rapportarmi con tutte queste realtà.

Altri articoli di questo autore

Condividi

Articoli Recenti

Vuoi accedere agli eventi riservati?

Abbonati a soli 15€ per 365 giorni e ottieni più di ciò che immagini!

Se invece sei già iscritto ed hai la password, accedi da qui

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Non è facile trovare un buon educatore!
Appartengo ad una generazione che ha dovuto adattarsi alla scarsa offerta dei tempi. Ho avuto un solo tutor, a cui ancora oggi devo molto. Brevi, fugaci ma intensi incontri in cui il sottoscritto, da solo con lui, cercava di prendere nota anche dei respiri e trarre insegnamento da ogni singola parola.
A causa di questa carenza io e i miei coetanei ci siamo dovuti spesso costruire una visione complementare come autori, designers, critici ed insegnanti e questo ci ha aiutato a costruire qualcosa di fondamentale e duraturo.
Per questo motivo con Cine Sud che vanta un’esperienza di oltre 40 anni nel settore della formazione, abbiamo pensato alla possibilità di offrire dei corsi “one to one”, costruiti sulla base delle esigenze individuali e in campi disparati, che vanno dalla tecnica alla ricerca di nuovi linguaggi in fotografia.
Dei corsi molto vicini a quelli che avremmo voluto avere nel passato, se ce ne fosse stata offerta l’opportunità e la parola opportunità non va sottovalutata, perché ha un peso e una sua valenza e non è spesso scontata.
Ognuno sarà libero di scegliere, sulla base dei nostri consigli, un autore o un tecnico, tra quelli offerti come docenti, e intraprendere un corso che gli offra quello di cui realmente ha bisogno e, eventualmente, ripetere questa esperienza in futuro.
Come quando si va da un eccellente sarto a scegliere con cura un vestito, adattandolo perfettamente al corpo, vogliamo fornirvi il corso che meglio si adatta alle vostre, singole e personali esigenze.
Niente nasce dal caso e per poter essere all’altezza di questo compito e potervi fornire un’offerta diversificata e soddisfacente, abbiamo pensato di sottoporvi un questionario tra il serio e lo scherzoso a cui vi preghiamo di rispondere.
Aiutateci a capire le vostre reali esigenze e chi abbiamo difronte, non ve ne pentirete.
Massimo Mastrorillo

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Approfondiamo ! per i più intrepidi
X