fbpx Skip to content

…la fotografia.

di Domenico Addotta

Sembra una vita, ma in parte lo è a 45 anni suonati… la mia passione per la fotografia nasce all’età di soli 5 anni.

Non mancava occasione che mio padre in ogni evento familiare, come i compleanni ad esempio, facesse venire un fotografo professionista a casa per le foto di rito.

Bene, ero affascinato da quel mondo, dalla sua attrezzatura, da quell’immenso flash montato su una staffa, come ero affascinato dalle foto che poi ritiravo insieme a mio padre, tutto emozionato.

La mia famiglia ci teneva molto a conservare questi ricordi ed io, a distanza di tempo, guardo quelle foto e faccio un viaggio nel tempo e nella memoria di quei momenti unici e irripetibili.

Oggi questo non accade più, sono in pochi a stampare le proprie foto, la maggior parte delle persone le tiene sul pc, le carica sui social e via, un cimitero digitale di foto che si perdono nei meandri del proprio hard-disk o ancora peggio del proprio cellulare all’ultimo grido.

All’epoca mio padre comprò la famosa Polaroid istantanea… non vi dico la gioia… spesso la prendevo di nascosto e facevo anche io delle foto… che emozione… vedere subito i propri scatti stampati, non aveva prezzo….

Questa mia passione rimase chiusa in un cassetto per tanti anni ed esplose poi, per caso, quando uscirono le prime compatte digitali. Iniziai a fotografare di tutto, paesaggi, persone, eventi, in strada, ovunque insomma…

Poi acquistai la mia prima reflex digitale, una Nikon D70 e mi dedicai allo studio della composizione e di tutte le tecniche fotografiche, oltre a leggere centinaia e centinaia di libri di fotografia.

Qualche mese dopo, a seguito di alcune critiche subite sul fatto che fotografare con una reflex digitale era una passeggiata, basta premere il bottone di scatto, comprai su Ebay una Nikon FM2n e il motore a corredo, che di elettronico aveva solo il motore e una lucina rossa dentro l’oculare che ti diceva (più o meno) che la foto era a fuoco.

Comprai delle pellicole ILFORD 400ASA bianco e nero e mi scatenai… il terrore più grande? Vedere le mie foto tutte bruciate in seguito allo sviluppo… con grande sorpresa le foto già dal primo rullino erano tutte perfette, ben eseguite e ricche di sfumature di grigio incredibili, la grana poi…fantastica…

Capì che ero capace di fotografare anche con una vecchia macchina analogica a pellicola… e continuai lo studio… osservavo e ammiravo le foto dei più grandi fotografi del mondo, leggevo i loro libri e facevo tesoro di tutto quello che erano in grado di trasmettere con le loro parole e le loro fotografie.

Nel frattempo era anche esplosa in me la passione per l’informatica, che insieme a quella per la fotografia e alla contestuale nascita del WEB, esattamente 18 anni fa, fondai il Domiad Photo Network, ad oggi il più grande network fotografico multibrand presente in Europa e nel mondo, che ho l’onore di presiedere in qualità di Presidente.

Conta ad oggi quasi un milione di iscritti e ogni giorno si parla di fotografia, si scambiano opinioni, si organizzano uscite a tema e tanto altro.

Naturalmente ho iniziato ad acquistare nuove fotocamere reflex professionali e obiettivi costosissimi che possiedo ancora oggi, ho perso il conto dei soldi spesi, ma la passione non ha prezzo.

Da 5 anni ho iniziato lo studio della fotografia all’infrarosso e mi sono buttato a capofitto a scattare fotografie infrarosso sia a colori che bianco e nero, facendo modificare alcune fotocamere in mio possesso.

Oggi scatto al 50% fotografie “normali” e al 50% fotografie “infrarosso”.

Dell’infrarosso, oltre all’atmosfera onirica, surreale e fiabesca, data dai bianchi e dai contrasti unici, mi piace molto scattare in bianco e nero, con l’ausilio di un filtro IR da 850nm, praticamente  a quelle frequenze vengono fuori foto in bianco e nero dai contrasti e dettagli spettacolari.

Chiedo scusa se sono stato un pò prolisso nel raccontarmi, ma vi giuro che mi sono trattenuto e anche tanto.

Ringrazio chi mi ha letto fino a qui senza addormentarsi e vi mando un caloroso saluto a tutti augurandovi Buona Luce e Buone Foto a tutti voi, con affetto e stima.

p.s. dimenticavo… 40 anni dopo mio padre ha ritrovato quella famosa Polaroid e me l’ha regalata….è qui con me… vediamo cosa combinerò…
p.p.s. non sono un fotografo professionista, non lo sono mai stato e mai lo sarò, nella vita faccio altro. Per me la fotografia è, e rimarrà sempre, “passione allo stato puro”.

Altri articoli di questo autore

Condividi

Articoli Recenti

Vuoi accedere agli eventi riservati?

Abbonati a soli 15€ per 365 giorni e ottieni più di ciò che immagini!

Se invece sei già iscritto ed hai la password, accedi da qui

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Non è facile trovare un buon educatore!
Appartengo ad una generazione che ha dovuto adattarsi alla scarsa offerta dei tempi. Ho avuto un solo tutor, a cui ancora oggi devo molto. Brevi, fugaci ma intensi incontri in cui il sottoscritto, da solo con lui, cercava di prendere nota anche dei respiri e trarre insegnamento da ogni singola parola.
A causa di questa carenza io e i miei coetanei ci siamo dovuti spesso costruire una visione complementare come autori, designers, critici ed insegnanti e questo ci ha aiutato a costruire qualcosa di fondamentale e duraturo.
Per questo motivo con Cine Sud che vanta un’esperienza di oltre 40 anni nel settore della formazione, abbiamo pensato alla possibilità di offrire dei corsi “one to one”, costruiti sulla base delle esigenze individuali e in campi disparati, che vanno dalla tecnica alla ricerca di nuovi linguaggi in fotografia.
Dei corsi molto vicini a quelli che avremmo voluto avere nel passato, se ce ne fosse stata offerta l’opportunità e la parola opportunità non va sottovalutata, perché ha un peso e una sua valenza e non è spesso scontata.
Ognuno sarà libero di scegliere, sulla base dei nostri consigli, un autore o un tecnico, tra quelli offerti come docenti, e intraprendere un corso che gli offra quello di cui realmente ha bisogno e, eventualmente, ripetere questa esperienza in futuro.
Come quando si va da un eccellente sarto a scegliere con cura un vestito, adattandolo perfettamente al corpo, vogliamo fornirvi il corso che meglio si adatta alle vostre, singole e personali esigenze.
Niente nasce dal caso e per poter essere all’altezza di questo compito e potervi fornire un’offerta diversificata e soddisfacente, abbiamo pensato di sottoporvi un questionario tra il serio e lo scherzoso a cui vi preghiamo di rispondere.
Aiutateci a capire le vostre reali esigenze e chi abbiamo difronte, non ve ne pentirete.
Massimo Mastrorillo

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Approfondiamo ! per i più intrepidi
X