fbpx Skip to content

INTERVISTA “Non Fotografi sulla Fotografia”. AGOSTINO MARIA PORCHIETTO – Stylist e molto altro ancora.

di Paolo Ranzani

Come possiamo presentarti in poche righe?
Sono un lavoratore di immagini tattili.
Nasco come stilista che gioca da ragazzo a fare il modello e mescola passerella e creazione in più professioni, aggiungo il costume a tutto questo da subito o forse ancor prima.
La mia modalità va sempre più cercando l’idea per trasformarla con pennelli, colori, carta, metro, stoffa, aghi, macchina da cucire, colla, chiodi, arredo, plastica, in qualcosa che abbia un senso, un bello fuori e dentro, che sia un abito, una scenografia, un oggetto o quant’altro necessiti sul set.
Rispondendo a questa domanda mi rendo conto che diventa sempre difficile spiegare in poche parole cosa io faccia, ma so che parte la mente e poi seguono le mani! Innamorato da sempre da tutto ciò che è arte nel senso più ampio del termine e verso ciò che mi trasmette emozioni, lavoro nella moda mescolandola al cinema e al teatro, ficcando il naso in tutto quello che mi circonda.

Che rapporto hai con la fotografia fuori dal tuo mestiere?
Mi piace e vorrei avvicinarmi di più
Usualmente visito mostre e musei dove trovo esposti i lavori di grandi fotografi o collettive.

Che rapporto hai con la fotografia nel tuo mestiere?
Nel mio mestiere la fotografia è presentissima!
Collaboro con fotografi e registi a tempo pieno e intervengo con il mio operato ai vari risultati che necessitano alla composizione finale. Per quanto riguarda lo scattare foto posso confermare che fotografo moltissimo per diversi motivi:
Quando vedo qualcosa che mi può dare informazioni, suggestioni per idee future.
Quando sono alla ricerca di materiale visivo mirato per il lavoro in corso.
Se devo mandare idee o materiale a clienti o collaboratori.

Il cambio analogico / digitale subito dalla fotografia, ha cambiato qualcosa nel tuo lavoro?
Si certamente come per tutti!
Ricordo le polaroid per controllare se l‘insieme poteva funzionare!
Con il passaggio il tutto è diventato da un lato più semplice ed immediato ma ha creato un controllo che non lascia spazio né all’improvvisazione né a quella magia inaspettata che poteva regalare l’analogico.

Cosa ne pensi della fotografia Italiana e di quella estera?
Uhh, penso che la fotografia non sia da rinchiudere in confini! Amo le sensazioni, le emozioni che mi arrivano dalle immagini, quindi parlerei più di fotografia che di nazionalità.

Usi molto i social?
Uso i social per lavoro e in privato, per informazioni e curiosità Il futuro della fotografia come lo immagini?
Come tutto il resto: in evoluzione con caratteristiche sempre più simili e omologate con qua e là sprizzi di genio il più delle volte criticato!

Cosa ne pensi delle problematiche inerenti al diritto d’autore per i fotografi Italiani?
Purtroppo non conosco a fondo il problema ma penso che ci si debba avvicinare alle normative internazionali.

Per trovare info su di te dove possiamo cercare?
IG @agostinomaria_porchietto
Facebook: AgostinoMaria Porchietto

Altri articoli di questo autore

Condividi

Articoli Recenti

Vuoi accedere agli eventi riservati?

Abbonati a soli 15€ per 365 giorni e ottieni più di ciò che immagini!

Se invece sei già iscritto ed hai la password, accedi da qui

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Non è facile trovare un buon educatore!
Appartengo ad una generazione che ha dovuto adattarsi alla scarsa offerta dei tempi. Ho avuto un solo tutor, a cui ancora oggi devo molto. Brevi, fugaci ma intensi incontri in cui il sottoscritto, da solo con lui, cercava di prendere nota anche dei respiri e trarre insegnamento da ogni singola parola.
A causa di questa carenza io e i miei coetanei ci siamo dovuti spesso costruire una visione complementare come autori, designers, critici ed insegnanti e questo ci ha aiutato a costruire qualcosa di fondamentale e duraturo.
Per questo motivo con Cine Sud che vanta un’esperienza di oltre 40 anni nel settore della formazione, abbiamo pensato alla possibilità di offrire dei corsi “one to one”, costruiti sulla base delle esigenze individuali e in campi disparati, che vanno dalla tecnica alla ricerca di nuovi linguaggi in fotografia.
Dei corsi molto vicini a quelli che avremmo voluto avere nel passato, se ce ne fosse stata offerta l’opportunità e la parola opportunità non va sottovalutata, perché ha un peso e una sua valenza e non è spesso scontata.
Ognuno sarà libero di scegliere, sulla base dei nostri consigli, un autore o un tecnico, tra quelli offerti come docenti, e intraprendere un corso che gli offra quello di cui realmente ha bisogno e, eventualmente, ripetere questa esperienza in futuro.
Come quando si va da un eccellente sarto a scegliere con cura un vestito, adattandolo perfettamente al corpo, vogliamo fornirvi il corso che meglio si adatta alle vostre, singole e personali esigenze.
Niente nasce dal caso e per poter essere all’altezza di questo compito e potervi fornire un’offerta diversificata e soddisfacente, abbiamo pensato di sottoporvi un questionario tra il serio e lo scherzoso a cui vi preghiamo di rispondere.
Aiutateci a capire le vostre reali esigenze e chi abbiamo difronte, non ve ne pentirete.
Massimo Mastrorillo

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Approfondiamo ! per i più intrepidi
X