fbpx Skip to content

Il Festival di Fotografia Europea ritorna e lancia una Open Call per i Talenti Emergenti [Alessandro Tarantino]

di Alessandro Tarantino

C’è tempo fino al 22 febbraio prossimo per partecipare alla Open Call per i Talenti Emergenti promossa dalla Festival di Fotografia Europea. Fotografi, curatori e collettivi europei sono chiamati a sviluppare un progetto sul tema che caratterizza questa nuova edizione e, ovviamente, a pensare ad un allestimento all’aperto.

Il tema oggetto della XVI edizione del Festival edizione si terrà a Reggio Emilia dal 21 maggio al 4 luglioprossimi è ispirato alla filastrocca di Gianni Rodari che recita “Sulla Luna e sulla Terra / fate largo ai sognatori”che dà il titolo all’edizione 2021.

 

In palio c’è un contributo di 3000 euro per l’installazione del progetto che entrerà all’interno del circuito ufficiale di Fotografia Europea 2021. A giudicare i lavori pervenuti all’organizzazione sarà la nuova direzione artistica del festival composta da Walter Guadagnini, critico d’arte e direttore di CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia; Diane Dufour, direttrice di Magnum Photo dal 2000 al 2007 e fondatrice dello spazio espositivo parigino Le Bal; e Tim Clark, fondatore e caporedattore di 1000 Words, uno dei più importanti magazine online di fotografia.

 

Il festival, poi, si propone di “invadere” la città di Reggio Emilia con una serie di mostre e installazioni disseminate in apposite location cittadine open air, una scelta dettata anche dalle esigenze imposte dalle norme anti-covid ma che allo stesso tempo è un modo per riappropriarsi degli spazi pubblici e di ritrovare la socialità perduta proprio a causa della pandemia: «Il festival 2021 si interroga sul ruolo delle immagini e della cultura visuale in questo particolare momento, ponendo l’attenzione sulla loro natura complessa e sfaccettata che ne rende difficoltosa qualsiasi definizione univoca. Ma è proprio grazie a queste caratteristiche di indeterminatezza, provvisorietà, ambiguità e complessità che le immagini costituiscono una buona base di partenza per aiutarci a ripensare il mondo in cui viviamo. Il festival si apre quindi a tutti quei progetti capaci di attivare risposte, generare dubbi e sollevare domande spingendoci a riguardare, rivedere e ripensare il processo creativo proprio in un momento di passaggio come questo verso nuovi e altri modi di essere e di vivere», si legge nel concept alla base dell’edizione 2021.

 

Tutte le informazioni sul festival e sulla Open Call sono disponibilità sul sito https://www.fotografiaeuropea.it/

Altri articoli di questo autore

Condividi

Vuoi accedere agli eventi riservati?

Abbonati a soli 15€ per 365 giorni e ottieni più di ciò che immagini!

Se invece sei già iscritto ed hai la password, accedi da qui

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Non è facile trovare un buon educatore!
Appartengo ad una generazione che ha dovuto adattarsi alla scarsa offerta dei tempi. Ho avuto un solo tutor, a cui ancora oggi devo molto. Brevi, fugaci ma intensi incontri in cui il sottoscritto, da solo con lui, cercava di prendere nota anche dei respiri e trarre insegnamento da ogni singola parola.
A causa di questa carenza io e i miei coetanei ci siamo dovuti spesso costruire una visione complementare come autori, designers, critici ed insegnanti e questo ci ha aiutato a costruire qualcosa di fondamentale e duraturo.
Per questo motivo con Cine Sud che vanta un’esperienza di oltre 40 anni nel settore della formazione, abbiamo pensato alla possibilità di offrire dei corsi “one to one”, costruiti sulla base delle esigenze individuali e in campi disparati, che vanno dalla tecnica alla ricerca di nuovi linguaggi in fotografia.
Dei corsi molto vicini a quelli che avremmo voluto avere nel passato, se ce ne fosse stata offerta l’opportunità e la parola opportunità non va sottovalutata, perché ha un peso e una sua valenza e non è spesso scontata.
Ognuno sarà libero di scegliere, sulla base dei nostri consigli, un autore o un tecnico, tra quelli offerti come docenti, e intraprendere un corso che gli offra quello di cui realmente ha bisogno e, eventualmente, ripetere questa esperienza in futuro.
Come quando si va da un eccellente sarto a scegliere con cura un vestito, adattandolo perfettamente al corpo, vogliamo fornirvi il corso che meglio si adatta alle vostre, singole e personali esigenze.
Niente nasce dal caso e per poter essere all’altezza di questo compito e potervi fornire un’offerta diversificata e soddisfacente, abbiamo pensato di sottoporvi un questionario tra il serio e lo scherzoso a cui vi preghiamo di rispondere.
Aiutateci a capire le vostre reali esigenze e chi abbiamo difronte, non ve ne pentirete.
Massimo Mastrorillo

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Approfondiamo ! per i più intrepidi
X