fbpx Skip to content

Favole di Luce – Nino Migliori e i bambini del nido scuola MAST

di Massimo Mastrorillo

La storia di uno scambio alla pari, dove un maestro della fotografia mette la sua arte a disposizione della tendenza estroversa verso il gioco e l’invenzione dei bambini, facendosi guidare e sorprendere dalla loro forza immaginativa e dalla purezza del loro sguardo. Chiavi di accesso allo stupore del mondo vengono svelate attraverso l’uso di semplici tecniche fotografiche, attraverso l’esperienza del corpo, basilare per la crescita dei bambini, mostrando come in ognuno di loro ci sia naturalmente un inventore, un costruttore, un artista, un fotografo, un poeta.

Un esperimento riuscito, in cui un grande artista insegna a non separare la luce dal buio. Migliori sembra suggerire: ”la luce non cancella il buio; il buio non sopprime la luce. La luce è nel buio e il buio è nella luce”. E i bambini lo comprendono: “per fare una foto non serve una macchinetta, servono la luce, la carta e Nino” (Gabriele 4 anni).

Le sperimentazioni si sono basate sulle tecniche delle ossidazioni, dei cellogrammi (inventati da Migliori tra la fine degli anni quaranta e la metà degli anni cinquanta) dei polarigrammi (anni settanta), dei lucigrammi e dei fotogrammi. L’obiettivo era quello di instaurare un processo di alfabetizzazione per sviluppare un linguaggio e permettere di esprimersi attraverso l’uso del mezzo fotografico. La peculiarità di questo esperimento, unico anche per Migliori, nonostante la sua quarantennale esperienza didattica, è stata la durata. Le docenti hanno documentato i vari iter del processo formativo e due equipe televisive si sono alternate nelle riprese delle discussioni tra i bambini da cui sono scaturite molte riflessioni interessanti.

In un’epoca in cui la realtà la si guarda spesso in modo passivo, insegnare alle generazioni future la consapevolezza della libertà di espressione, di poter superare certi schemi, è un tesoro che va preservato e che possibilmente andrebbe messo a disposizione di più persone possibili, specie nella scuola pubblica. Quando un maestro di creatività e coerenza, con abilità e generosità, mette a disposizione di bambini tra i 3 e i 5 anni quegli stessi principi che ha perseguito nella sua lunga vita e carriera, non resta che esprimere ammirazione e interesse. 

Il libro, pubblicato con il contributo della Fondazione MAST di Bologna e del MAXXI, Museo Nazionale delle Arti, è facilmente reperibile nelle librerie di diversi musei e sul sito di Corraini Edizioni ed è davvero tutto da scoprire.

Massimo Mastrorillo
(citazioni da Massimo Recalcati e Nino Migliori)

Altri articoli di questo autore

Condividi

Articoli Recenti

Vuoi accedere agli eventi riservati?

Abbonati a soli 15€ per 365 giorni e ottieni più di ciò che immagini!

Se invece sei già iscritto ed hai la password, accedi da qui

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Non è facile trovare un buon educatore!
Appartengo ad una generazione che ha dovuto adattarsi alla scarsa offerta dei tempi. Ho avuto un solo tutor, a cui ancora oggi devo molto. Brevi, fugaci ma intensi incontri in cui il sottoscritto, da solo con lui, cercava di prendere nota anche dei respiri e trarre insegnamento da ogni singola parola.
A causa di questa carenza io e i miei coetanei ci siamo dovuti spesso costruire una visione complementare come autori, designers, critici ed insegnanti e questo ci ha aiutato a costruire qualcosa di fondamentale e duraturo.
Per questo motivo con Cine Sud che vanta un’esperienza di oltre 40 anni nel settore della formazione, abbiamo pensato alla possibilità di offrire dei corsi “one to one”, costruiti sulla base delle esigenze individuali e in campi disparati, che vanno dalla tecnica alla ricerca di nuovi linguaggi in fotografia.
Dei corsi molto vicini a quelli che avremmo voluto avere nel passato, se ce ne fosse stata offerta l’opportunità e la parola opportunità non va sottovalutata, perché ha un peso e una sua valenza e non è spesso scontata.
Ognuno sarà libero di scegliere, sulla base dei nostri consigli, un autore o un tecnico, tra quelli offerti come docenti, e intraprendere un corso che gli offra quello di cui realmente ha bisogno e, eventualmente, ripetere questa esperienza in futuro.
Come quando si va da un eccellente sarto a scegliere con cura un vestito, adattandolo perfettamente al corpo, vogliamo fornirvi il corso che meglio si adatta alle vostre, singole e personali esigenze.
Niente nasce dal caso e per poter essere all’altezza di questo compito e potervi fornire un’offerta diversificata e soddisfacente, abbiamo pensato di sottoporvi un questionario tra il serio e lo scherzoso a cui vi preghiamo di rispondere.
Aiutateci a capire le vostre reali esigenze e chi abbiamo difronte, non ve ne pentirete.
Massimo Mastrorillo

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Approfondiamo ! per i più intrepidi
X