fbpx Skip to content

Dieci anni fa Pete Souza immortalò la storia

di Alessandro Tarantino

L’inizio di maggio del 2011 fu segnato dall’operazione militare “Neptune Spear” che portò all’uccisione di quello che era considerato il più pericoloso terrorista, mente e ispiratore degli attacchi alle Torri Gemelle nel 2001, e fondatore di Al Qaida Osama Bin Laden.

Per la prima volta, le immagini di quell’operazione militare, anticipata da una lunga attività di intelligence e condotta dai Navy Seal statunitensi, fecero il giro del mondo. Ma a rimanere impressa nella mente dei più è soprattutto una fotografia: è quella scattata da Pete Souza, fotografo ufficiale della Casa Bianca durante la presidenza di Barack Obama.

La fotografia è un vero e proprio pezzo di storia contemporanea perché ritrae il presidente degli Stati Uniti, il suo vice di allora e attuale presidente americano Joe Biden e il segretario di Stato di allora Hillary Clinton e a tutti i più alti rappresentanti politici e delle forze militari statunitensi nella Situation Room, la sala allestita per seguire in diretta l’operazione e l’uccisione del terrorista.

Lo scatto riesce a condensare tutta la tensione del momento che è concentrata nelle espressioni dei presenti. Soprattutto in quelle dei protagonisti: il presidente Obama e il segretario di Stato Clinton.

Il primo ha infatti un’espressione particolarmente seria e contratta, visibilmente preoccupato e ansioso per quello che i monitor stanno mostrando a tutti i presenti e che arriva in diretta dal Pakistan. La seconda pare quasi inorridita, spaventata da un’operazione certamente cruenta che è culminata con l’uccisione del terrorista.

Così Pete Souza racconta quello scatto:

Altri articoli di questo autore

Condividi

MARTEDÌ 11 MAGGIO ALLE 18:30!
CLICCA SULL'IMMAGINE
PER ISCRIVERTI ALL'EVENTO

X